Nessuno Tocchi Caino/Consegnato il Premio all’Abolizionista dell’anno

 

Scritto da Redazione   
Sabato 29 Ottobre 2011 09:57

Tsakhia Elbegdorj, presidente della Mongolia, è stato insignito del Premio  “Abolizionista dell’anno 2011”. Il riconoscimento, promosso da Nessuno Tocchi Caino del Radicale Sergio D’Elia, è stato consegnato lo scorso 17 ottobre nell’ambito di una cerimonia cui hanno preso parte, fra gli altri, Marco Pannella ed Emma Bonino.

Tsakhia Elbegdorj è stato il fondatore del Mongolia’s Liberty Center per i diritti umani e la libertà d’espressione e ha contribuito alla stesura della nuova Costituzione grazie alla quale la Mongolia è divenuta il primo paese costituzionalmente democratico dell’Asia centrale. Nel 2009 ha vinto le elezioni come candidato del Partito Democratico, divenendo il primo presidente della Mongolia a non essere stato membro del Partito Rivoluzionario del Popolo Mongolo. «La sua storia politica – ha detto D’Elia – è una riprova di come l’abolizione della pena di morte coincida con la battaglia per l’affermazione della democrazia e dello stato di diritto e rafforza anche le nuove prospettive di azione di Nessuno tocchi Caino in Asia, un continente dove si pratica la quasi totalità della pena di morte nel mondo e finora impenetrabile all’iniziativa abolizionista».

Il premio “l’Abolizionista dell’anno 2011” vuol essere un riconoscimento alla personalità che più di ogni altra si è impegnata sul fronte della moratoria delle esecuzioni capitali e dell’abolizione della pena di morte.

Durante l’evento sono stati presentati anche dati aggiornati sulla pena di morte e gli obiettivi della campagna di Nessuno tocchi Caino per l’attuazione della Risoluzione Onu per la Moratoria Universale delle Esecuzioni.

R. P.

Nessuno Tocchi Caino/Consegnato il Premio all’Abolizionista dell’annoultima modifica: 2011-11-02T17:04:44+00:00da renatodandria3
Reposta per primo quest’articolo